Scandalo in Borsa, crolla Tokio

Il nuovo record nei prezzi del greggio, e il crollo di Tokio alla vigilia, hanno condizionato l’andamento di New York, con i tre indici principali che hanno registrato un andamento negativo prossimo all’1%. Di nessun effetto le notizie economiche positive, mentre sono crollati gli Adr cileni, dopo la vittoria della socialista Michelle Bachelet. Attenzione per il risiko farmaceutico, che vede penalizzato Boston Scientific (meno 5,2%) mentre balza dell’8% circa il titolo Guidant; giù i titoli delle telecomunicazioni, con Qwest in calo del 2%, Lucent del 3% e Verizon dell’1,6%. Al Nasdaq Applied Materials cede oltre il 3% e Broadcom l’1,6%. A Tokio l’indice Nikkei arretra del 2,8%, per lo scandalo della manipolazione dei corsi borsistici, mentre in Europa perdono i titoli delle compagnie aeree, dopo l’ennesimo rimbalzo nei prezzi petroliferi. Parigi, Francoforte e Stoccolma cedono intorno all’1%, mentre a Madrid il titolo Bbva arretra dell’1 per cento.