La scandalosa vita di Adele in homevideo

È stato uno dei film più interessanti e, nel contempo, scandalosi, del 2013. Palma d'oro a Cannes e atteso morbosamente nelle sale, La vita di Adele (distribuito da CG Home Video), firmato da Abdellatif Kechiche, ha rappresentato uno dei rari casi (anche polemici) cinematografici dello scorso anno. Adele è un'adolescente come tante che sembra non avere dubbi sulla propria sessualità. Un giorno, però, incrocia lo sguardo di Emma, una donna dai capelli blu. La curiosità diventa desiderio e la passione travolge le due donne. I loro incontri sessuali vengono mostrati dal regista senza veli o censure (da qui, lo scandalo). Adele capisce di non poter fare più a meno di Emma, anche se si sente attratta ancora dagli uomini. Andrà in crisi.