Scandroglio sorpassa Pernigotti Lotta in famiglia fra due Di Rella

Non c’è interpretazione che tenga, nel gioco-sondaggio del Giornale per la scelta del miglior candidato del centrodestra alla presidenza della Provincia: ieri è stato il giorno di Michele Scandroglio! Il deputato del Popolo della libertà, ormai lanciatissimo nella scalata al vertice della graduatoria (per ora saldamente in mano al commercialista Alberto Cattaneo), ha ricevuto ben 91 voti in un colpo solo sorpassando Massimo Pernigotti, consigliere provinciale degli arancioni che pure nelle ultime ventiquattr’ore ha ottenuto altri 45 consensi. Tanto è bastato per muovere l’alta classifica, mentre nelle posizioni appena successive una buona performance l’hanno fatta Stefano Garassino, 18 voti solo ieri, Renata Oliveri, 14 voti, e Alberto Gagliardi, 13. Si è messo cortesemente in contatto con la redazione, intanto, un gruppo di soci dell’associazione sportiva dilettantistica «Nuova San Giuliano», tutti fans dell’avvocato Riccardo Di Rella (fra l’altro, presidente dello stesso circolo sportivo). Ebbene, i lettori ci fanno rilevare il caso di omonimia tra i due fratelli, entrambi avvocati, Riccardo e Fabrizio, che ha ingenerato un piccolo equivoco per quanto riguarda l’attribuzione dei voti del gioco-sondaggio: «Come soci del circolo - scrivono - abbiamo votato Riccardo e non Fabrizio. Ci sembra giusto dare a Cesare quel che è di Cesare». E ovviamente, aggiungiamo noi, a Riccardo quello che è di Riccardo. La classifica pubblicata oggi, pertanto, tiene conto della rettifica. Si annuncia un testa a testa in famiglia.