Scappano 28 clandestini dal centro di accoglienza

Si sono calati da undici metri usando delle lenzuola

da Trapani

Ennesima spettacolare fuga dal centro di permanenza temporanea «Serraino Vulpitta» di Trapani. Trenta tunisini di età compresa tra i 23 e i 28 anni, utilizzando delle lenzuola annodate tra di loro, si sono calati dal primo piano della struttura, posto ad un’altezza di 11 metri, e hanno raggiunto il giardino e quindi la libertà. Malgrado la presenza massiccia delle forze dell'ordine, 28 sono riusciti a fuggire facendo perdere le loro tracce.
È andata male invece ad altri 2 irregolari. Infatti, ad un certo punto la fune si è spezzata e loro sono caduti nel vuoto. Entrambi hanno riportato delle fratture agli arti inferiori tanto che sono stati ricoverati nel reparto di Ortopedia dell'ospedale di Trapani. Per tutta la giornata di ieri sono proseguite le ricerche per tutto il circondario trapanese per catturare i fuggiaschi, ma senza alcun risultato. I 28 sembrano essere scomparsi nel nulla. Purtroppo, nelle strutture siciliane, non è la prima volta che si registrano delle fughe. La scorsa settimana, una decina erano riusciti a fuggire dal centro di Licata, ma erano stati riacciuffati dopo qualche ora.