Scappatelle, amanti e gossip il galateo delle cattive ragazze

La casa editrice britannica Debrett pubblica un manuale di bon-ton per le single dai 18 ai 35 anni e spiega alle «signorine» come comportarsi quando trascorrono una notte con uno sconosciuto

Erica Orsini

da Londra

Immorali, ma con classe. Disibinite senza essere volgari, fedifraghe a volte, ma non sconsiderate. Eccole qui le nuove Bridget Jones, single probabilmente non sovrappeso, fumatrici ma con stile, non troppo pasticcione quando si tratta di affari di cuore. O meglio, di sesso casuale.
A fare un divertente ritratto delle nuove «signorine» britanniche - quelle così giovani da pensare che Jane Austen sia una marca di top scollati – è Etiquette for Girls, un nuovo manuale pubblicato questa settimana da Debrett, la storica casa editrice dei volumi dedicati al bon-ton dell’aristocrazia britannica. Il libro è dedicato alle giovani donne sole tra i 18 e i 35 anni, che si trovano a proprio agio nella loro condizione e che non rinunciano a qualche storia senza troppe complicazioni sentimentali. Etiquette for Girls spiega come cavarsela senza sfigurare in situazioni delicate, non offre giudizi morali, ma solo consigli pratici da mettere in atto nella caotica quotidianità del nostro tempo. Un nuovo galateo per debuttanti del ventesimo secolo? Non proprio, piuttosto un corso accelerato di buone maniere per cattive ragazze dei nostri giorni, che si comportano oggi come gli uomini hanno sempre fatto. Non disdegnano il sesso da una botta e via, tradiscono se capita, imbrogliano, spettegolano e accampano delle scuse per trarsi d’impaccio. Le affezionate lettrici della casa editrice Debrett, abituate ai soliti manuali per casalinghe perfette, nel leggere questa nuova proposta rischieranno di bruciare la marmellata fatta in casa, ma gli editori sono convinti che il volume sia perfetto per la nuova generazione femminile. Insomma, il costume cambia e l’etichetta si aggiorna. Così, ben vengano i suggerimenti per il sesso da una notte sola che «è un po’ come il fast-food: ti tenta, ma ha un retrogusto nauseante». Una donna di classe evita gli avviluppamenti funamboleschi sul sedile posteriore del taxi e una volta a casa lascia a lui la scelta della musica che accompagnerà l’incontro. In fondo, che le costa fargli credere che è l’uomo a guidare il gioco. A letto niente pigiama, ma neppure imprudenze, non si è mica innamorati. La mattina dopo se lei si trova a casa propria, è opportuno offrire al lui di turno la colazione, facendogli però capire che la cosa finisce lì e congedarlo poi con una graziosa scusa del tipo: «Caro, mi dispiace moltissimo farti fretta, ma mia madre sta venendo da me proprio in questo momento». La fuga maschile è assicurata. Nel caso lei si trovi a casa di lui, la miniavventura galante si conclude con la fuggitiva che raggiunge vergognosamente la sua abitazione la mattina dopo, con indosso gli stessi abiti del giorno prima. Mantenere un certo tono è più dura, ma bisogna farsi coraggio e sopportare a testa alta le occhiate di disapprovazione. Dopotutto non siamo più nel diciannovesimo secolo.
Per questo non fanno più scandalo neppure i consigli forniti dal manuale alla donna che s’imbarca in una relazione extraconiugale. Un po’ di lucidità innanzitutto, calcolare rischi e conseguenze. Poi, non lasciare tracce di alcun tipo. Distruggere ricevute di cui non si può fornire spiegazioni alternative, cancellare messaggini sospetti. Non utilizzare bugie elaborate perché poi si dimenticano e stare attente alle coperture. Le amiche vanno bene soltanto se sono d’accordo. Se si è l’amante poi, non farsi coinvolgere troppo perché si sa che raramente l’uomo lascia la moglie e se lo fa poi potrebbe rifarlo con voi. «In generale – ammonisce il libro – non siate troppo insensibili con il cuore degli altri e non perdete tempo prezioso con chi ha spezzato il vostro». Naturalmente non poteva mancare un capitolo dedicato ai flirt tra colleghi. Per i quali la discrezione è d’obbligo, almeno fino a quando la relazione non diventa ufficiale. Fondamentale accertarsi che la storia non comprometta posto ed eventuale carriera, altrimenti molto meglio soprassedere. Uno stipendio fisso oggi ha la priorità assoluta. Nuove regole anche per il gossip, consigliabile via e-mail piuttosto che di persona, come una volta. Le scuse invece sono sempre le stesse, ma alcune le giovani donne di oggigiorno non possono proprio più usarle. Sì al falso appuntamento dal dottore e al mal di denti, ma la forte emicrania e l’intossicazione alimentare hanno perso ormai ogni credibilità, roba da Orgoglio e Pregiudizio. Soltanto gli uomini le usano ancora...