Lo Scarabeo va a 160 all’ora

Fabrizio Graffione

C'è colore crema, canna di fucile e verdone. È versatile e comodo da guidare. Ha una linea accattivante, ma che tende al classico. È perfetto sia per la città, sia per le gite fuori porta.
Il nuovo Scarabeo cinquecento, un monocilindrico a quattro tempi che beve un litro per una ventina di chilometri e viaggia a oltre 160 chilometri orari, è stato presentato ieri pomeriggio per la prima volta all'hotel Excelsior Palace a Rapallo. Aprilia ha scelto la location nella riviera ligure per il suo clima, le strade strette e piacevoli da percorrere su due ruote, l'accoglienza di classe e le strutture ricettive dotate di alta tecnologia ideali per le convention aziendali. Il gruppo Piaggio, che dall'anno scorso è proprietario di Aprilia, è affezionato alla provincia genovese e ai suoi spettacolari paesaggi, tanto che, alcuni mesi fa, aveva presentato al Portofino Vetta hotel, a Ruta di Camogli, la nuova edizione della Vespa. Ieri è stato un gradito ritorno in Liguria dell'azienda guidata da Colannino che, all'ultimo minuto, è stato costretto a dare forfait all'appuntamento di Rapallo. Tuttavia, al suo posto, ha parlato un giovane manager delle dure ruote che è genovese d'adozione ed è stato in Aprilia per venti anni, prima di una parentesi, fino a un paio di anni fa, a capo della Piaggio in Spagna.
«Sono contento di tornare a Rapallo e di fare provare in anteprima alla stampa specializzata lo Scarabeo 500 che contiamo di lanciare a livello nazionale ed intern azionale - spiega il numero due di Aprilia Leo Francesco Mercanti, 49 anni - sono nato in Emilia, ma i miei genitori si trasferirono a Genova dopo pochi mesi e ho vissuto la mia infanzia e adolescenza tra Genova e la riviera fino ai 27 anni, quando mi sono laureato all'ateneo genovese in Ingegneria. Conosco bene le strade i magnifici panorami della zona, compresi quelli dell'entroterra».
I primi passi dello Scarabeo 500, infatti, non sono stati soltanto quelli attraversati lungo la litoranea che da Rapallo porta a Santa Margherita e Portofino. Lo scooterone dell'Aprilia è stato provato dai tecnici giornalisti anche nelle strade intorno al Tigullio, fino a Ruta e Zoagli. Un test di prim'ordine per il due ruote che si è rivelato ottimale e a suo agio in questi tipi di itinerari.
«Scarabeo è un prodotto che si rivolge al grande pubblico, mantenendo le sue caratteristiche di eleganza, classicità, capacità di offrire comfort e ottima struttura meccanica - continua Mercanti - sono tutte doti che in qualche modo si coniugano e si riflettono molto bene nel paesaggio della riviera ligure che abbiamo scelto per l'anteprima nazionale dello Scarabeo. Rapallo, Santa Margherita, Portofino e Camogli sono territori di alta classe come il nostro motoveicolo. Gli alberghi, che riflettono l'esperienza di decenni nel settore turistico, si sono rinnovati e si è riusciti a mantenerli adeguati ai tempi con strutture tecnologuche all'avanguardia. I servizi, in generale, sono anche quelli di alto livello e soddisfano sia la tradizionale clientela che sceglie la riviera per le vacanze, sia quella dedicata a congressi e convention di tipo aziendale».