Scarcerati prima della partita 375 hooligan

La polizia di Stoccarda ha deciso però di tenere in prigione 125 teppisti britannici arrestati dopo gli scontri di sabato

da Stoccarda

La loro nazionale ha vinto, giocando pure male, ma alcuni di loro non sono riusciti a vedere la partita. 125 dei 500 hooligan inglesi, arrestati due giorni fa dalla polizia tedesca per avere provocato incidenti nel centro di Stoccarda, hanno trascorso il pomeriggio di ieri nelle patrie galere germaniche, si presume in celle senza tv. La polizia tedesca, infatti, ieri mattina ha deciso di scarcerare solo 375 dei circa 500 hooligan inglesi che aveva arrestato per gli incidenti nel centro di Stoccarda, la città che ha ospitato Inghilterra-Ecuador, la gara valida per gli ottavi del campionati mondiali di calcio. I teppisti inglesi rilasciati ieri mattina, però, sono stati lasciati liberi di accedere al Gottlieb Daimler Stadion, purché in possesso del biglietto della partita. I disordini erano scoppiati sabato pomeriggio, al termine della partita Germania-Svezia, terminata 2-0, nella piazza centrale di Stoccarda. Tifosi inglesi e tedeschi erano venuti alle mani, lanciandosi sedie di plastica e bottiglie di vetro, il cui contenuto, probabilmente birra, aveva di certo contribuito a riscaldare gli animi. Per riportare la calma è stato necessario l’intervento della polizia locale in tenuta antisommossa, che alla fine ha fermato circa 500 teppisti, quasi tutti inglesi. «Non abbiamo ancora capito chi abbia provocato per primo» ha detto Stefan Keilbach, portavoce della polizia tedesca. Ai 375 inglesi rilasciati, però, è stato interdetto l’ingresso nel centro di Stoccarda fino a questa mattina. Il permesso di accedere allo stadio è dipeso dal fatto che l’impianto sportivo si trova in periferia, quindi lontano dal centro cittadino.