Scarcerato ieri anche Fedrazzoni

Claudio Fedrazzoni, ex consigliere comunale diessino ed ex portuale della Culmv, ha lasciato il carcere di Pontedecimo ieri pomeriggio senza scorta. Era l’unico imputato ancora detenuto dopo gli arresti scattati il 21 maggio nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti per le mense del Comune di Genova e sui servizi di ristorazione dell’ Asl 2 di Savona. A concedergli gli arresti domiciliari è stato il gip Roberto Fucigna, su richiesta dell’avvocato Monteverde. Il giudice gli ha dato inoltre l’autorizzazione ad assentarsi da casa per due ore al giorno per esigenze di salute e personali. Fedrazzoni, dopo un inizio poco collaborativo con gli inquirenti, sottoposto a lunghi interrogatori da parte del pm, deve aver fatto qualche ammissione sul suo ruolo negli appalti «pilotati».