Scarcerazione negata Cambi resta in cella

Il tribunale della libertà di Bologna ha respinto la richiesta
di scarcerazione presentata dai legali di Matteo Cambi.
Libertà negata anche per il patrigno e la madre. I tre sono accusati della bancarotta di Jam Session, società titolare del marchio "Guru"

Bologna - Il tribunale della libertà di Bologna ha respinto la richiesta di scarcerazione presentata da Matteo Cambi. Libertà negata anche per il patrigno, Gianluca Maruccio De Marco, e la madre, Simona Vecchi. I tre sono accusati della bancarotta di Jam Session, società titolare del marchio "Guru". Secondo una perizia della difesa, Cambi ha enormi problemi di tossicodipendenza. Per cinque anni ha assunto 8 grammi di cocaina al giorno e due bottiglie di superalcolici.