«Scaricata» la segretaria di Bersani

La Regione Emilia-Romagna ci mette una riga sopra: cancella un ufficio distaccato a Roma e così la segretaria storica di Pier Luigi Bersani esce definitivamente di scena. E soprattutto dalle tasche dei contribuenti emiliani. La signora Zoia Veronesi infatti era titolare dell’ufficio per il «Raccordo con le istituzioni centrali e con il parlamento» che la Regione le aveva affidato nel 2008 e che aveva provvidenzialmente sede proprio là dove si trova il segretario Pd. Peccato, però, che la busta paga venisse emessa da Bologna. Questa serie di ragioni, in marzo, avevano fatto approdare la vicenda in procura. Un esposto del Pdl insinuava che il posto fosse stato creato ad hoc per permettere alla segretaria di Bersani di stargli accanto ma continuando a gravare sui costi della Regione. Ebbene, dal 6 settembre l’ufficio è stato definitivamente chiuso. AZ