Scaroni: «Per il gas del Mozambico pronti 50 miliardi»

«Epocale»: l’ad Paolo Scaroni non esita a definire così la scoperta di gas fatta da Eni in Mozambico. «Alla fine di questo progetto - aggiunge il numero uno di Eni - pensiamo che la nostra scoperta di gas di Mamba implicherà investimenti per 50 miliardi di dollari». Scaroni ostenta invece indifferenza per un tema caldissimo, almeno in Italia; ossia la possibile cessione di quote di aziende pubbliche, Eni compresa. «Mi appassiona piuttosto poco, ma è possibile. Comunque non ho avuto nessun sentore di questo», taglia corto l’ad. Infine, la riattivazione della produzione di gas dalla piattaforma offshore di Sabratha, in Libia, avrà un impatto sui conti 2011 e 2012: «Non saranno cifre particolarmente significative, ma certamente saranno positive», conclude l’ad di Eni (+1,16% in Borsa).