Scaroni replica a Vinke: «La solidità è al primo posto»

La solidità finanziaria dell’Eni «ce l’ho ben in testa, viene prima dell’Uganda, prima di qualsiasi cosa»: l’amministratore delegato Paolo Scaroni replica alle critiche del fondo Knight Vinke, che si era detto preoccupato per i conti della multinazionale italiana. «La loro preoccupazione è la mia, quindi posso tranquillizzare tutti gli investitori, quello della solidità finanziaria è un terreno su cui tutti stiamo attenti», ha aggiunto Scaroni. Il top manager ha poi detto che Eni è «in linea di massima favorevole all’ingresso di Edf» nell’azionariato di South Stream, ma «dobbiamo ancora valutare il dossier». L’Economist in edicola oggi definisce la multinazionale italiana «un altro impero romano» anche se qualcuno «mira a ridurlo».