Scarpe sportive o dandy e «borse» da uomo

Trionfa il lusso: mocassini da «re» con scritte curiose o ispirati agli orologi Rolex

Paola Bulbarelli

È ormai impossibile uscire senza l’accessorio giusto. Che sia una scarpa, una borsa, una cintura, un gioiello, è l’accessorio a fare la differenza. E questo vale sia per gli uomini che per le donne. Che sia forse per questo che lei va a rubare nell’armadio di lui e viceversa? Per quanto riguarda le scarpe è solo una questione di numeri perché se si guarda l’ultima nata firmata Cesare Paciotti, si capisce che il primo moto suscitato nell’animo femminile è quello dell’invidia. È davvero conturbante la scarpa in raso dai colori più insoliti interamente tempestata di cristalli Swarovski rossi, blu, neri, argento, da mettere in una serata a dir poco speciale. Prezzo 1100 euro per scarpe da re perfette anche per la regina. Già, perché Paciotti ha creato pure quelle da principe. Dopo essere stato interprete della scarpa di Cenerentola, con testimonial Anna Valle, ha pensato a una scarpa vicina allo spirito dei moderni principi azzurri, asciutta, affusolata, con dettagli di tessuto caratterizzati dalle scritte «Vip», «I’m single», «Aaa Cenerentola cercasi». Ma il lusso finisce anche nelle scarpe sportive. Paciotti ha presentato Sport4Us Oyster ispirata a dettagli in acciaio della Rolex e che verrà venduta in scatole di madreperla. Altrettanto sfiziose sono le scarpe di Sergio Rossi che racconta il nuovo dandy. Mocassini e stivaletti si arricchiscono di particolari d’altri tempi come i ricami artigianali in filo cerato, finiture in gros grain, bottoni in argento, lacci e fiocchi come quelli delle guêpière, piastrine, medagliette e angioletti portebonehur. Insomma l’apoteosi dei dettagli per un vero bohémien aristocratico. Sergio Rossi, disegnato da Max Verre, potrebbe ricordare un eccentrico baronetto viaggiatore, ironico e molto sicuro di sé. Così come sicuro di sé è l’uomo che sceglie Church’s, soprattutto certo di infilarsi un paio di scarpe classiche nel vero senso della parola. Questa collezione presenta una gamma di prodotti che combina la tradizionale costruzione Good Year sul fondo cuoio, patrimonio del marchio fin dal 1873, combinandola con l’utilizzo della gomma iniettata o con un nuovo disegno di battistrada. Due anche i modelli delle nuove sneakers di Car Shoe: una liscia, una impunturata ma sempre colorate. Altro marchio classico, Fratelli Rossetti: la lavorazione Willson, viene dipinta a mano su un vitello superlucido e poi ricamata su pellami unici rotti dall’accostamento di diversi colori. La forma è sfilata e il mocassino è arricchito da nappine. Accanto alle scarpe, le borse: davvero straordinarie queste «borse da uomo» grandi, piccole, a tracolla da portare sempre. Anche per questo le borse Braccialini sono state protagoniste di una sfilata-evento ideata dal designer belga Elvis Pompilio. In passerella ha sfilato un mondo incantato, ingenuo ma gioioso: modelle professioniste accanto a ragazze di tutti i giorni, ballerine, gruppi corali e folk, cantanti e artisti di strada, coppie di gemelli, stripteaseur hanno interpretato con spensierata spontaneità una moda allegra, colorata, magica.