Scassinano un bancomat e spariscono nella notte

Per tutta la notte hanno «lavorato» con una fiamma ossidrica su uno sportello bancomat di una banca a Genova, lo hanno bucato e si sono impossessati di circa 30.000 euro in contanti. Poi, a operazione compiuta, se ne sono andati indisturbati. Il colpo è stato messo a segno l’altra notte in via Sabotino, a Pegli, ai danni di una filiale della Banca Popolare di Novara.
Probabilmente i ladri se la sarebbero presa un po’ più comoda se, ad un certo punto, non fossero stati visti. Infatti ad accorgersi del furto è stato un passante che intorno alle 3.45, rientrando a casa, ha visto una vettura sgommare davanti alla banca. Quando si è avvicinato ha capito il perché di quella fretta e ha immediatamente avvertito i carabinieri.
Quando i militi sono arrivati sul posto hanno trovato il bancomat bucato e alcuni attrezzi abbandonati dai ladri. Infatti gli ignoti scassinatori, dopo aver usato la fiamma ossidrica, hanno «rifinito» il loro lavoro con strumenti convenzionali che poi hanno buttato. Ma c’è invece chi pensa che probabilmente non avrebbero lasciato neppure quelli se non fossero stati scoperti dal passante. Infatti anche un semplice cacciavite potrebbe essere utile per risalire all’identità dei ladri.