Scatola nera sull’auto, sconto sull’assicurazione

da Roma

La lotta al caro-tariffe Rc Auto si arricchisce di un nuovo strumento: la check box, una sorta di scatola nera per il controllo della velocità e della posizione della vettura. Chi la monterà sulla propria auto godrà, nella fase sperimentale che partirà in cinque città (Torino, Milano, Roma, Napoli e Palermo), di uno sconto annuo non inferiore al 10% sulla tariffa assicurativa. Le associazioni dei consumatori plaudono all'iniziativa, ma sottolineano che da sola non basta a risolvere il problema: «Le compagnie devono abbassare i prezzi - affermano - che sono aumentati dal 1996 del 130%, detenendo così il triste primato di essere fra le più care del mondo». Inizialmente la check box sarà montata su oltre 17.000 veicoli di altrettanti assicurati. I dispositivi saranno realizzati da Meta System, mandataria di un raggruppamento temporaneo di imprese con Octo Telematics, che si è aggiudicata la gara indetta dall'Isvap. Il progetto Check box è stato varato nell'ambito della Finanziaria 2001, che ha assegnato all'Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni una quota di 7 milioni di euro delle risorse stanziate sul Fondo derivante dalle sanzioni amministrative irrogate dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato per iniziative a vantaggio dei consumatori.
«La sperimentazione comporterà la rilevazione, nel più assoluto rispetto della normativa sulla tutela della privacy, di dati inerenti le condotte di guida e gli eventuali sinistri mediante dispositivi mobili da installare, a cura e spese del fornitore, sui veicoli dei partecipanti al progetto», spiega l'Isvap, mettendo in evidenza che la gara europea ha visto «un'ampia partecipazione di imprese, sia in forma singola sia in raggruppamenti temporanei».