Scatta la febbre dell’oro per Rai Gold

Atterraggio difficile in Rai dei canali del digitale terrestre: il consiglio di amministrazione non riesce a nominare i responsabili, di modelli organizzativi neanche a parlarne, ma, in compenso, la direzione alla quale dovrebbero far capo ha già cambiato tre volte il nome. All’inizio era RaiDigit, poi è diventata Rai Premium, infine, con l’ultimo cda, si è trasformata in RaiGold. Ed è subito scattata la corsa all’oro. A chi spetterà dunque coordinare Rai4, con un Freccero che da oltre due anni attende una nomina a direttore mai avvenuta, Rai Movie e Rai Premium, il canale della fiction italiana? Una posizione strategica anche se dal bouquet dell’offerta di Raigold non fa parte Rai5, il canale fortemente voluto dalla Lega che, da Milano, dovrebbe trasmettere dal 26 novembre il meglio della cultura e dello stile di vita del nostro Paese. Forse è per questo che nelle stanze del settimo piano di viale Mazzini qualcuno è sobbalzato quando ha letto il palinsesto di apertura delle trasmissioni: «Africa Benedetta». Ma anche a Rai5 stanno aspettando un direttore.