Scatta l’aumento per l’Opa su Bnl

Bnp Paribas

Avanti tutta su Bnl. Bnp Paribas, che ha annunciato un’offerta da 9 miliardi su Via Veneto, non teme ritorsioni politiche di fronte alla chiusura francese alle mire di Enel verso Suez-Electrabel. Come previsto, Paribas ha infatti lanciato l’aumento di capitale da 5,5 miliardi per finanziare l’Opa, incassando il pieno sostegno pro-quota di Axa (cui fa capo il 5,7% del gruppo). Malgrado il braccio di ferro tra Roma e Parigi, secondo Paribas, le nozze con Bnl non sarebbero dunque a rischio: «Non abbiamo questo timore», ha detto il vice direttore generale Jean Clamon. La ricapitalizzazione si inserisce in una strategia di finanziamento che prevede l’emissione di titoli ibridi per 2 miliardi e il ricorso a risorse interne. Un’iniezione di liquidità garantita da un pool di banche fra cui figurano Goldman Sachs e Mediobanca. Paribas quindi si prepara a raccogliere le forze necessarie ma l’ultima parola sull’offerta spetta a Bankitalia.