Scatta l’operazione torrenti puliti

L’iniziativa è organizzata dal Civ con Protezione civile e volontari

Operazione torrenti puliti oggi a Quinto al Mare dove continua l’iniziativa organizzata dal Civ (centro integrato di via) Quinto al Mare, con il supporto gruppo provinciale «Ugo Vignolo» di Protezione Civile, la collaborazione della «Fare Verde», e moltissimi volontari. La giornata s’inizia alle 8,30 a largo Bagnara, dove gruppi e associazioni cominceranno le operazioni di pulizia della parte alta del rio Bagnara che si estende alle pendici del Monte Fasce e del Monte Moro e sfocia nella omonima spiaggia di Quinto. Il tratto che sarà ripulito si trova a metà di via Majorana fino all’altezza di corso Europa. «Si tratta di un intervento importante dal punto di vista ambientale - spiega il presidente del Civ Quinto al Mare, Dario Di Giorgi -. E il fatto di poter contare sull’appoggio della Protezione civile e di gruppi di volontari dà il senso di quanto sia sentita l’esigenza di mettere in sicurezza i corsi d’acqua. È, infatti, ancora vivo il ricordo delle alluvioni e degli incidenti che si sono verificati negli ultimi anni». Il presidente del Civ Quinto al Mare ricorda anche di aver richiesto aiuti all’Amiu che ha messo a disposizione un grande contenitore per i rifiuti e sacchetti guanti in gomma.
Il Comune da parte sua (assessore Corda), senza ulteriori costi per il Civ, ha concesso l’utilizzo del braccio meccanico per la raccolta di tronchi e altri detriti ingombranti che dovessero essere rinvenuti nell’alveo. Sono previsti anche interventi di derattizzazione e di bonifica delle zanzare che dovrebbero essere di competenza dell’Amiu.
Nelle precedenti operazioni di pulizia sono stati trovati anche contenitori di amianto. Una circostanza confermata dal Municipio IX Levante che a breve provvederà allo smaltimento di questo materiale pericoloso per la salute. Osserva Di Giorgi: «una corretta manutenzione dei torrenti assicura anche una pulizia più idonea per i fondali e il mare che sono una risorsa fondamentale per il turismo».