Sceglierei McCain, uomo di grandi principi morali

«Io vorrei che vincesse John McCain, mi piace quel suo aspetto da vecchio guerriero, da old warrior, un uomo che ha combattuto in Vietnam con grande coraggio, è stato cinque anni nelle galere dei Vietkong. È tornato in America pieno di ferite, di malattie, e con grande coraggio si è dedicato alla carriera politica. In questa carriera politica si è battuto per cause a volte giuste e a volte perse. Però è sempre risorto. Non è un economista, è chiaro, non è un intellettuale, è chiaro, è un militare, uno stratega, ma forse è l’uomo che in questo momento serve agli Stati Uniti. McCain è uomo di grandi principi morali ed etici. McCain è un classico americano, di quelli che abbiamo visto in tanti film. È un americano vero e quindi è ancora un personaggio al quale si può fare riferimento. Certo ha dalla sua parte l’handicap di essere anziano e probabilmente non vincerà le elezioni proprio per questo. Però a me piace scommettere anche sui perdenti. In questo momento tutti scommettono su Obama, beh se non dovesse essere McCain è meglio che sia Obama piuttosto che altri».