Lo sceicco padrone di San Siro ma Fair Nashwan sfiora il colpo

Laverock si salva dall’italiana nel Jockey Club En plein Kirkless-Strobilus nel gran criterium

Alberto Cagnato

da Milano

I purosangue dello sceicco Mohammed hanno fatto la voce grossa ieri all’ippodromo del galoppo di San Siro dove hanno centrato entrambe le prove di gruppo 1 in programma. Ma se nel gran criterium gli arabi hanno centrato l’en-plein con Kirkless e Strabilus, divisi sul traguardo da una manciata di centimetri, nel «Jockey Club» Laverock ha dovuto sudarsi la vittoria sin sul palo per arginare il finish di una scatenata Fair Nashwan, sospinta al centro della pista da Dariu Vargiu che ha sfiorato una memorabile impresa. Sul traguardo, infatti, soltanto una testa ha diviso i due contendenti, ma negli ultimi 200 metri Fair Nashwan ha davvero volato recuperando molto terreno a Laverock che aveva preso la meglio sul compagno di colori Cherry Mix. Quest’ultimo, dominatore dell’ultima edizione della classica milanese, ha disputato una gara imperscrutabile: portato da Lanfranco Dettori al comando delle operazioni a buona andatura, Cherry Mix sembrava in grado di arginare ogni attacco ai 500 conclusivi. Ma appena Lanfranco lo ha svegliato sotto l’attacco di Laverock il grigio è rimasto senza argomenti, per ripartire però duecento metri più avanti, quando ormai il compagno di colori era scappato. Inutile quanto spettacolare, purtroppo, l’arrembaggio sopra descritto dell’italiana Fair Nashwan, allevata da Isabella Bezzera.
Nel gran criterium Strobilus ai 200 conclusivi sembrava il sicuro vincitore, ma Dettori in sella a Kirkless si è reso protagonista di un finale dei suoi carpendo la vittoria al compagno di colori per pochi centimetri.