Una scelta equilibrata: puntare su diverse tipologie di fondi

«Molti titoli azionari hanno oggi quotazioni al di sotto del loro valore reale. Può essere un buon momento per riavvicinarsi al mercato azionario, tenendo presente che è importante avere un orizzonte temporale non inferiore ai 24 mesi», dice Pietro Giuliani (foto), presidente del gruppo Azimut. L’esperto suggerisce o di destinare il 15% circa a fondi azionari, con attenzione verso quelli diversificati, che possono anche investire in Paesi emergenti e settori innovativi, il 50% circa va diviso tra fondi flessibili, di matrice prevalentemente azionaria, e fondi quantitativi, che consentono un’esposizione in Borsa ma con un forte controllo del rischio. Il 35% circa infine in fondi di liquidità/monetari e obbligazionari.