Scelto il «Libro dell’Anno» per la carica dei centomila

TREVISO, 23 marzo 2013. Si intitola Parto podalico di una cinciallegra il «Libro dell’Anno» 2013. Il romanzo di Arthur Ferlinghi ha dunque superato la concorrenza della raccolta di poesie In mancanza d’altro, di Maria Sormielinskij, e della raccolta di racconti Ti chiamo dopo, di Florin Ostrigani. È stata l’ultima votazione della Giuria Ristretta, svoltasi ieri sera nella stupenda cornice del centro commerciale trevigiano «Tuttoqui», a incoronare il libro dell’autore norvegese.
Ora del volume si stamperanno entro il 15 aprile dieci milioni di copie che verranno distribuite ad altrettante famiglie. Poi, l’uno maggio, partirà il grande concorso «Alla lettera», che proseguirà fino al 31 agosto. Le 100mila persone il cui nominativo sarà estratto a sorte dal computer centrale del ministero dell’Intrattenimento godranno, per quattro mesi, dell’esenzione dal pagamento di qualsiasi prodotto. A una sola condizione: all’atto dell’acquisto recitare a memoria senza il minimo errore (pena il pagamento, in contanti e a prezzo pieno, della merce) e alla presenza di un notaio dotato di registratore una pagina di Parto podalico di una cinciallegra scelta dal negoziante. Chi, fra i 100mila lettori-acquirenti, dimostrerà di conoscere a memoria anche In mancanza d’altro e Ti chiamo dopo otterrà un premio aggiuntivo di un milione di euro.