Di scena «L’addio» del Nobel Jelinek

Dopo le prime tre giornate di programmazione, la rassegna «Short Theatre. Radicali trasformazioni in atto» continua ad animare sin dal tardo pomeriggio tutti gli spazi del teatro India, proponendo una carrellata quotidiana di eventi e novità che lasciano ampio margine di scelta al pubblico. Oggi, per esempio, l’angolo della «conversazione» è affidato a Massimo Marino, Roberto Menin e Renzo Martinelli (ore 18). A seguire, si attendono, tra gli altri, gli allestimenti della compagnia Quellicherestano, impegnata ne «L’addio» del premio Nobel austriaco Elfriede Jelinek (ore 20, sala A), e quello del Battello Ebbro, gruppo che affida a Sandro Mabellini la regia di «Colica», un testo di Rainald Goetz dove si racconta la storia di «un uomo - spiega il regista - che nello spazio di un’ora arriva a distruggere il proprio io per farsi essere metafisico (...)». Il tutto lungo una partitura di pensieri e azioni che intercetta tematiche attuali come la guerra, il terrorismo e la necessità di profonde «trasformazioni» sociali (ore 21, sala B). Informazioni al numero: 06.684000346.