In scena il viaggio spettacolare di Marco Polo

Idea interessante, quella che la Biblioteca di Via Senato del riaperto Teatro di Verdura presenta stasera alle 21. Per il ciclo «Libri in Scena», ci sarà la rappresentazione de il Marco Polo di Rosanna Pilone, a cura della fondazione AIDA di Verona.
Alla base di questo spettacolo c’è il viaggio di Marco Polo, espressione anche di quel legame oriente – occidente che ancora oggi continua a rappresentare. La vicenda teatrale si svolge in uno spazio imprecisato, che potrebbe essere la cella genovese che ospitò Marco e Rustichello da Pisa, autore a quanto pare della scrittura del «Milione» o «Libro delle Meraviglie». In quel luogo desolato Marco Polo evoca la sua storia, la racconta, ma anche la interpreta, si trasforma appunto in un narratore, che grazie alla magia della parola e di pochi altri elementi, riesce a dare il senso di avventure straordinarie. In scena, oltre al narratore, c’è poco altro. Qualche macchia di colore che si trasforma in drago, uomo senza corpo, mare in tempesta, animale immaginario, il tutto «dietro i paraventi», nel buio di una cella, dove anche un raggio di luce può diventare immaginifico moto di libertà.
Marco Polo è uno spettacolo interessante e particolare che mette insieme realtà diverse. L’idea è quella di un lavoro molto semplice, che possa idealmente girare solo con la valigia dell’attore, ma anche molto complesso, unendo all’attore la competenza dell’autrice, Rosanna Pilone, esperta di rapporti Oriente-Occidente.
Marco Polo
Biblioteca di Via Senato
per il ciclo “Rassegna Teatro dei Ragazzi”
ore 21 ingresso libero