Scende dall’auto per un guasto Pirata lo travolge e si dà alla fuga

NapoliFerdinando Cicala si stava recando al lavoro come ogni mattina, da Caserta a Napoli, dove lavorava come direttore di una filiale di Carrefour. Ma Cicala, in azienda non è mai arrivato. Intorno alle 6,30, mentre si trovava in autostrada, all’altezza del chilometro 750, nei pressi dello svincolo di Afragola, la sua vecchia Fiat Seicento ha avuto un problema meccanico. Il lavoratore si è fermato all’interno della corsia di emergenza ma, appena uscito dall’abitacolo è stato travolto da un’auto in corsa, che lo ha ucciso sul colpo. Il conducente non si è fermato per soccorrere la vittima ma ha proseguito la sua marcia. Poco dopo avvertiti da un anonimo automobilista di passaggio, gli agenti della Polstrada del Coa Napoli nord sono accorsi in autostrada e hanno avviato le indagini e iniziato la caccia al pirata della strada. Non è escluso che sia stato lo stesso investitore ad avvertire la Stradale, «forse colpito dai rimorsi della coscienza» ha ipotizzato un poliziotto.
Gli investigatori hanno raccolto dall’asfalto alcune parti della carrozzeria dell’auto investitrice di colore azzurro metallizzato, che potrebbero risultare utili allo sviluppo dell’indagine. La Polstrada ha lanciato un appello al pirata della strada: «Venga qui, nella sezione di Napoli nord a costituirsi, allevierà la sua posizione processuale e renderà giustizia alla vittima».
La Polstrada sta visionando i filmati estrapolati dagli impianti di videosorveglianza dislocati lungo il tratto interessato dall’incidente mortale, per cercare di individuare il tipo di auto che potrebbe avere spezzato la vita del lavoratore.