Scende Fiat Si salva Pirelli

Ancora una volta Piazza Affari è stata il peggior listino in europa segnando una flessione del 2,79% a 13.070 punti. Nonostante l’avvio positivo dovuto al salvataggio Ue delle banche spagnole da 100 miliardi, il mercato si è subito interrogato sullo stato di salute del sistema-Italia e le prime a farne le spese sono state le banche sulle quali ha avuto un effetto depressivo anche il report di Barclays che ha rivisto al ribasso le stime 2012 e tagliato i target price di Intesa e Mps. Queste ultime hanno ceduto rispettivamente il 5,9% e il 5,2. Maglia nera a Unicredit (-8,8%), seguita da Ubi (-4,47%), Bpm (-4,8%), Banco (-5,9%) e Bper (-4,6%). Male pure Mediobanca (-5,6%) e Generali (-2,6%). Fiat ha perso il 3,78%: l’ad Marchionne ha confermato le stime di un calo del 20% del mercato auto italiano nel 2012. Si sono salvati solo i titoli meno esposti al rischio-Italia come Pirelli (+0,6%), Luxottica (+0,4%) e Ferragamo (+0,4%). Stabili Londra (-0,05%) e Francoforte (+0,17%). In flessione Madrid (-0,54%) e Parigi (-0,32%). Bene Atene con un rialzo dell’1,73 per cento.