Scene indelebili: nozze, maturità e prima campanella

da Milano

Per qualcuno si tratterà di ricordi belli, mentre per altri di ricordi brutti. Certo è che, secondo un recente studio americano, ci sono situazioni nella vita di un uomo o di una donna che - nel bene o nel male - non «escono» mai dalla nostra memoria. Primo fra tutti il ricordo del matrimonio, non a caso noto nel vocabolario dei luoghi comuni come il giorno del «fatidico sì». Fatidico, forse, proprio nel senso che non si riuscirà mai più a dimenticarlo. Stesso discorso per il primo giorno di scuola. La storica mattina in cui la mamma ci ha accompagnati in classe per il nostro esordio scolatico entra nella valigia dei ricordi e non ne esce più. A sfondo «didattico» anche il terzo ricordo incancellabile: l’esame di maturità, il cui nome cambierà di Paese in Paese, ma sarà sempre accomunato dalla caratteristica di rimanere per tutta la vita nella memoria del diplomato di turno che, anche quando avrà conquistato il famoso «pezzo di carta», non riuscirà mai a scordare quella commissione d’esame.