Scene di vita quotidiana all’Eliseo Sarkò e Carla ricevono i fotografi

Parigi. Porte aperte all’Eliseo per i fotografi di Paris Match, popolare settimanale francese, oggi in edicola con immagini inedite sulla residenza del presidente. Un accurato reportage sul ménage a due di Nicolas Sarkozy-Carla Bruni, la coppia presidenziale più famosa, che non ha difficoltà a mostrarsi in pose affettuose da neoinnamorati. Lui che si rivolge a Carla chiamandola «Carlita», o «mon ange» (angelo mio, ndr); lei che, bussando alla porta dell’ufficio del marito, chiede «mon amour, possiamo entrare?».
Squarci di vita privata e intimità, quelli offerti da Sarkò e la première dame, che sceglie anche le foto della loro relazione per Paris Match. Per il settimanale, da quando Sarkozy sta con la Bruni, molte delle sue abitudini sarebbero cambiate: niente più serate in ristoranti esclusivi con amici miliardari, basta apparizioni mentre fa jogging al Bois de Boulogne fuori Parigi, alla portata dei riflettori. «Ora - dice il presidente - corro quattro volte alla settimana e nel parco dell’Eliseo». Immancabile la domanda a Carla sulla visita ufficiale in Gran Bretagna, la prima da first lady. «Avevo una paura tremenda, per me si trattava di un esame. Vi rendete conto cosa significa non deludere le francesi che sono le donne più eleganti del mondo». E l’inchino fatto davanti alla regina? «Ho chiesto consiglio sia al protocollo dell’Eliseo che alla moglie dell’ambasciatore della Gran Bretagna in Francia», confessa la Bruni.
Un reportage, questo di Paris Match che mostra un lato del presidente molto diverso rispetto a quello denunciato con molta enfasi da Libération, quotidiano di sinistra radicale, apparso ieri con il rapporto Democrazia asfittica della Lega dei diritti dell’uomo, che denuncia il “regime” Sarkozy. Secondo il documento, il presidente violerebbe le libertà e i diritti sociali, atteggiandosi da Re Sole, riferendosi a Luigi XIV e all’assolutismo che caratterizzò il suo regno».