Lo scheletro di King-Kong? È alto cinquantasei centimetri e costa 134mila euro

Uno dei più noti cimeli del Cinema è andato<BR> all'asta da Christies: per una cifra iperbolica

Aggiudicarsi lo scheletro dello scimmione più grande del mondo, ovvero il mitico King-kong è costato ben 134mila euro. Una cifra ragguardevole ma giustificata per l'unico cimelio di un simile, mitico e gigantesco mostro? Mica tanto: l'intelaiatura metallica originale di King Kong, usata per girare la famosissima scena finale del film eponimo del 1933, è alta solo 56 centimetri, insomma è un mucchio di ferretti. Eppure questo scheletro d'acciaio è stato battutto ieri da Christies la notissima casa d'aste londinese per questa cifra incredibile. Completamente snodabile e dotato di globi oculari, veniva ricoperto di cotone e caucciù per formare la muscolatura del gorilla-gigante, e quindi avvolto da una pelle costituita da lattice ricoperto di peli di coniglio. Insomma un conto era vederlo emezionati dallo schermo mentre, un po' più in carne (o meglio in gomma), era aggrappato alla cima di un Empire State Building di cartone, circondato da uno stormo di ferocissimi aeroplanini. E un conto e tenerlo tra le mani così magro e così costoso. Eppure c'è un compratore contentissimo di aver sborsato la somma di 121.250 sterline (134.224 euro), commissione della casa d'aste inclusa.
De gustibus...
Msac