Schering Plough Presto in arrivo dodici molecole frutto della ricerca

Grandi risultati dalla ricerca si aspetta la società farmaceutica americana Shering Plough. Fred Hassan, presidente e ceo dell’industria farmaceutica statunitense, ha confermato di avere una ricca pipeline: «Siamo dotati di potenziali composti innovativi e promettenti, fra cui spiccano 12 nuovi farmaci in fase III o in pre-registrazione». Non solo, molte delle principali molecole da prescrizione del gruppo sono tutelate da una copertura brevettuale di lungo periodo». Schering-Plough ha chiuso il 2008 con un utile netto di 1,6 miliardi di dollari (442 milioni nel quarto trimestre) e vendite nette che hanno superato i 18,5 miliardi di dollari, il 46% in più rispetto all'anno precedente. «Nel 2008 abbiamo realizzato un'ottima performance», ha commentato Fred Hassan, precisando che questi risultati sono il frutto di strategie efficaci in un mondo in rapido cambiamento. Costituita a fine Ottocento come consociata della tedesca Schering Ag, è presente in 140 Paesi con 55mila dipendenti. È attiva nella immunologia, oncologia, cardiovascolare, salute della donna, gastroenterologia, allergologia e virologia e nella medicina delle tossicopidendenze.