Schering vola a Francoforte

Il mercato di New York non è riuscito ieri a mantenere i livelli di giovedì, dopo un avvio positivo. Di fronte a dati econonici confortanti, le notizie aziendali hanno diviso i listini: chiusura di segno positivo per General Motors (più 4,3%) in vista dell’accordo per il salvataggio di Delphi; vola ancora Biogen (più 5,1%) per la riammissione sul mercato del farmaco Tysabri; mentre nei tecnologici è premiata Intuit (più 7%) alla conferma di risultati positivi. Tiene Google, ma perdono terreno Cisco e Qualcomm. Ancora instabili le Borse del Medio Oriente, mentre Tokio sfiora un rialzo del 3%, dopo la decisione della Banca del Giappone di interrompere la politica accomodante, iniziata nel 2001. Fine settimana in recupero sulle piazze europee, grazie a nuove performance sui titoli farmaceutici, con Astrazeneca in crescita di un altro 3,9%. Bene a Francoforte il titolo Schering (più 6%), mentre a Londra ha recuperato British AirWays (più 4%).