Schiaffi, soldi e meditati silenzi Quando la moglie salva il marito

Guardi Wendy Deng e ti chiedi se lo avresti fatto anche tu. Lei che in uno scatto un po’ comico si azzuffa, affonda e schiaccia. Una sberla a mano aperta per difende il suo vecchio Rupert, contro quell’intruso che irrompe alla Camera in piena audizione per rovesciare su Murdoch un piattino di schiuma da barba. Wendi non è riflessiva, è istinto e pancia. È indole da paladina. Wendi lo scudo umano in teilleur rosa e unghie laccate di fresco che ha già fatto impazzire i suoi fan. La chiamano la tigre. Che soccorre, difende e se ne frega del resto, delle malelingue che la vogliono sempre più distante, delle risatine dei presenti, delle battutine su Rupert rimasto con la giacca sporca di schiuma quasi inebetito, del figlio James che fa un passo indietro e resta a bocca aperta. Wendi no. Wendi c’è, lei che ad audizione finita si prende il marito per mano e se lo porta via. È lei il riparo, la corazza per il vecchio squalo con l’udito debole e le mani macchiate.
Wendi come Anne Sinclair. A maggio l’indignazione mondiale era tutta per il marito Strauss Kahn il mostro, lo stupratore di cameriere di colore, povere e senza difesa. Anne, allora, era l’unica. Si è guardata intorno e non ha più visto nessuno. Gli amici socialisti, i colleghi del Fondo Monetario Internazionale facevano a gara per prendere le distanze da lui: indifendibile. Anne non ha battuto ciglio, si è fatta fotografare con lui sotto braccio, ha parlato di un marito che merita fiducia, ha pagato per la cauzione, ha versato un milione di dollari perchè godesse di una prigione d’oro. È il coraggio di non lasciare soli, di tapparsi il naso e andare avanti. Nel 1995 lo ha fatto anche Hillary Clinton con il marito Bill nell’ora cruciale dello scandalo Monica Lewinsky.
Donne forti, o solo furbe, capaci di restare al loro posto, a giocare la partita fino in fondo. Ruoli difficili e ingrati, quasi tutte tradite, come è successo a Maria Shriver, moglie devota di Arnold Schwarzenegger. Lei che quando ha scoperto i figli illegittimi di lui è riuscita a stare buona, ha stretto i denti e ha regalato sorrisi alla stampa fino alla fine del mandato del suo Swarzy. Dopo, solo dopo, ha sbattuto la porta e se ne è andata.