Schianto aereo, muoiono 75 ragazzi

da Lagos

Un aereo con 110 passeggeri a bordo è precipitato nei pressi della città petrolifera di Port Harcourt, nel sud della Nigeria. Il bilancio è drammatico: solo sette persone si sarebbero salvate, mentre fra i 103 morti, secondo testimonianze di genitori presenti all’aeroporto, si conterebbero 75 ragazzi, studenti di un college gesuitico della capitale Abuja.
Sembra che la catastrofe sia stata provocata da un improvviso peggioramento delle condizioni meteo. L’aereo, proveniente dalla capitale, era gestito dalla Sosoliso, una compagnia privata che copre una serie di linee interne.
Purtroppo, però, le condizioni dell’aviazione civile nel Paese più popoloso dell’Africa sono tutt’altro che rassicuranti ed è realistico pensare che non sia stata solo colpa del maltempo. In ottobre un altro aereo operato da un’altra compagnia nigeriana, la Bellview, si era schiantato alla periferia della principale città del Paese, Lagos: in quell’occasione erano perite 117 persone. Gli esperti spiegano che la maggior parte della flotta commerciale è composta da aerei vecchi oltre vent’anni e di seconda mano. Anche le piste sono spesso in pessime condizioni e spesso vengono chiuse a causa dell’inadeguata manutenzione.