Schianto in auto: l’ambulanza la porta in banca

Dopo l’incidente sarebbe potuta finire all’ospedale. L’ambulanza l’ha invece accompagnata in banca, a bloccare bancomat e conto corrente. Che cosa era successo? Una signora di 55 anni di Lumarzo stava percorrendo con la sua auto la statale nei pressi di Acqua di Ognino. Forse abbagliata dal sole (mancavano pochi minuti alle 12), o distratta da qualcosa, la donna è finita contro un muretto di contenimento al lato della carreggiata.
La sua auto ne è uscita malconcia. Anche lei ha preso qualche botta, per fortuna niente di grave. Sul posto è arrivata un’ambulanza. «Signora, se la sente di stare in piedi?» hanno chiesto gli infermieri alla signora che era uscita dalla macchina accartocciata «Si sto bene, grazie, ho solo preso un grande spavento» ha risposto lei, dando le spalle alla vettura con lo sportello aperto, ferma sul ciglio della strada. «La riportiamo a casa, salga in macchina se ce la fa» hanno aggiunto gli infermieri. E lei, tornando alla vettura, ha visto che qualcosa mancava. «Era lì, sul cruscotto, ora non c’è più...» ha sospirato. Il portafoglio era sparito, qualcuno, dopo l’incidente, l’ha rubato alla donna. «È meglio che mi accompagniate in banca, a bloccare il bancomat» ha detto lei.