Schiarita tra Abi-Ania e Antitrust

da Milano

Abi e Ania cambiano lo statuto della Federazione della finanza italiana per rispondere alle richieste dell’Antitrust e la schiarita nei rapporti con il presidente dell’Autorità, Antonio Catricalà, secondo l’agenzia Radiocor, sarà sancita oggi in un incontro a tre. Il presidente dell’Abi, Corrado Faissola, e il suo omologo dell’Ania, Fabio Cerchiai, illustreranno così a Catricalà il progetto in dettaglio. La Federazione della finanza italiana tra Abi e Ania è stata concepita per migliorare la rappresentanza sugli argomenti di interesse comune di banche e assicurazioni. Il progetto è stato però bocciato nei giorni scorsi dal presidente dell’Antitrust che lo ha definito un «patto scellerato», ritenendo che l’intesa possa comportare finalità anti-concorrenziali. E critiche alla gestione del dossier sono state espresse nell’esecutivo di Palazzo Altieri dall’ad di Unicredit, Alessandro Profumo, che avrebbe lamentato il fatto che non si sia ottenuto un preventivo via libera da parte dell’Antitrust in modo da evitare le nuove critiche di Catricalà. Ma il presidente del comitato di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, Giovanni Bazoli, si è detto certo che ci sarà un chiarimento con l’Antitrust.