Schifani: «Non dimenticare la Shoah è un imperativo»

«Non dimenticare la Shoah è un imperativo categorico che deve unire tutte le forze politiche senza contrapposizioni ideologiche o steccati». Lo ha affermato ieri a Gerusalemme il presidente del Senato Renato Schifani al termine di una visita allo Yad Vashem (nella foto), il museo dell’Olocausto che ripercorre tutte le tappe del genocidio ebraico per mano dei nazisti. Schifani nel firmare il libro degli ospiti ha espresso l’augurio che «la notte della ragione e il buio della ferocia non ritornino mai più. Perché ciò avvenga l’imperativo categorico è non dimenticare. Questo deve essere l’impegno di tutti gli uomini di buona volontà». Gli anni delle leggi razziali in Italia, ha poi detto rispondendo ai giornalisti, «sono stati terribili e fanno parte del nostro patrimonio storico che ci impone di non dimenticare». Schifani ha così concluso il suo pellegrinaggio in Terra Santa.