Schneider accelera a Parigi

Nessuno stimolo, anche in questo fine settimana, per la Borsa di New York nonostante il rimbalzo dei titoli energetici. Sono stati i primi risultati societari ad accrescere il malumore dei listini azionari, con General Electric che perde quasi il 2%, superata da Ibm, in calo di oltre il 4%, mentre più contenuta la flessione di Comcast (meno 1%). Tra i titoli in positivo Motorola cresce del 3,5%, mentre Alcoa balza del 4%, all’annuncio di un buy back azionario; più contenuta la ripresa dei petroliferi, con Exxon Mobil che recupera poco più dell’1%. Tutte positive le piazze europee, con Parigi che ha guadagnato oltre l’1%, grazie al rally di Vinci (più 6%) all’annuncio dell’ingresso nel capitale azionario del finanziere Pinault. I risultati 2006 hanno fatto crescere Schneider (più 5,1%), ma in battuta anche Saint Gobain (più 3,7%). A Francoforte non si arresta la corsa di Deutsche Börse (più 5,1%), mentre a Londra sono in ripresa i titoli energetici e i minerari.