Schwarzenegger «fa fuori» Clint Eastwood

da Los Angeles

Terminator non si smentisce e fa fuori il duro di «Per un pugno di dollari». E, con una mossa alla Conan il Barbaro, licenzia anche il cognato Bobby, un militante ecologista. Il governatore della California, Arnold Schwarzenegger, ha deciso di non rinnovare un incarico pubblico a Clint Eastwood, ex sindaco di Carmel (che lo aveva appoggiato in campagna elettorale) e a Bobby Shriver, il fratello della moglia Maria, un nipote dell’ex presidente degli Stati Uniti John Kennedy.
Ambedue dirigevano da anni una commissione statale sui parchi pubblici e si opponevano in particolare a un progetto appoggiato da Schwarzy di fare attraversare un parco costiero californiano da un’autostrada a pedaggio. Shriver era presidente della commissione e Eastwood ne era il vice. Ambedue hanno condotto una dura battaglia per opporsi all’autostrada, a sei corsie, attraverso il San Onofre State Beach, una delle più apprezzate spiagge dai surfisti, a sud di Los Angeles. Il progetto è stato bocciato dalla potente California Coastal Commission, ma lo Stato ha fatto appello, sostenendo che in realtà l’autostrada proteggerà l’ambiente, alleggerendo le trafficatissime highways della contee di Orange e di San Diego.