Sci e snowboard: in un giorno due incidenti mortali

Doppia tragedia ieri sulle nevi. Una ragazza di origini marocchine ma residente a Grossetto, di 17 anni, è morta nel pomeriggio sull'Amiata dove, con alcuni amici, era andata a sciare. La ragazza, secondo una prima ricostruzione, ha preso velocità sulla pista «Panoramica» di media difficoltà, e non è riuscita a governare gli sci, finendo dentro un boschetto e andando a urtare contro un albero. L'urto è stato violentissimo e la ragazza è morta sul colpo.
Sul posto si sono recati i volontari del 118 che hanno anche avvertito l'elisoccorso ma per la giovane non c'è stato niente da fare.
L’altra tragedia si è consumata sulle nevi sopra Alagna, in Valsesia: un novarese di 30 anni, Alex Mancin, è morto precipitando in un burrone mentre sciava con una tavola da surf. L'incidente è avvenuto, nel primo pomeriggio a 2.500 metri di altitudine, in località Cimalegna. Mancin, impegnato in un fuoripista, non si è accorto di un salto tra le rocce ed è caduto nel vuoto per oltre cento metri, morendo sul colpo.