Sci, dopo le gare mondiali la città s’innamora del fondo

«Adesso ci deve dire cosa stava nascondendo, il perché ha fatto quel che ha fatto». Tullio Mastrangelo, il comandante della polizia locale, ieri ha dormito per la prima notte dopo la tragedia di giovedì alla Bovisa. Ringrazia tutti per l’arresto di Goico Jovanovic. «É un vero balordo, che si muoveva usando alias sempre differenti - si sfoga Mastrangelo -. Un criminale che ha avuto una vera e propria rete di protezione mossasi in suo soccorso, per aiutarlo a fuggire, dopo l’omicidio, con mezzi, denaro e fornendogli pure documenti falsi». Di giorno era impegnato in truffe di ogni genere, in particolare quelle realizzate con lo scambio di banconote false.