Sci: Italia ancora senza podio, ma la Moelgg ottava si salva

Ottavo posto di Manuela Moelgg nello slalom di Courchevel. Ancora una giornata senza acuti per il nostro sci, ma il piazzamento della sorella di manfred non è da buttare. Vince la Schild con una strepitosa seconda manche

Un'altra giornata sulla neve, un'altra giornata senza acuti per lo sci azzurro. Anche se questa volta, onestamente, non potevamo attenderci molto di più dalle ragazze impegnate nella specialità che negli ultimi tempi è stata più avara di soddisfazioni per la nazionale rosa, ovvero lo slalom.
Infatti non basta un'ottima prima manche a Manuela Moelgg per tornare sul podio: quinta dopo la prima manche tra i pali stretti di Courchevel, l'azzurra disputa una manche di vertice per oltre due terzi di gara anche nella seconda, ma perde tutto nel tratto finale un po' troppo pianeggiante per le sue caratteristiche: chiude ottava a 2''56 dalla vincitice, l'austriaca Marlies Schild. Seconda a metà gara, la fidanzata di Benni Raich disputa una seconda manche strepitosa e rifila quasi 2 secondi a tutte le avversarie esclusa la finlandese Poutiainen (in testa nella prima manche), che comunque finisce seconda staccata di 78/100. Terzo posto per la slovena Tina Maze, che approfitta dell'uscita di Vonn e Riesch per avvicinarsi in classifica generale.
Dopo una prima manche di alto livello, non si confermano le altre azzurre: Nicole Gius finisce quindicesima a oltre 3 secondi dalla Schild, Irene Curtoni si difende della secona e chiude 17esima. Può sorridere invece Sabrina Fanchini: all'esordio in coppa del Mondo, la più piccola delle sorelle bresciane si qualifica alla seconda manche grazie a una prestazione precisa nella prima e conquista così i primi punti in Coppa del Mondo grazie al 28esimo posto finale. Out nella prima Chiara Costazza e Federica Brignone.