Scialfa tra storia e politica: «Cercare la verità»

«Dietro alla vicenda delle foibe c’è un dramma di storia negata, è il tempo di fare uscire allo scoperto la verità», sono parole di Nicolò Scialfa, consigliere regionale di Italia dei Valori che fa parte con Luigi Morgillo e Roberto Bagnasco (Pdl) della delegazione regionale che sta accompagnando un gruppo di studenti vincitori del concorso «Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia».
Scialfa, ex preside e professore di storia in diverse scuole superiori genovesi ha parlato delle responsabilità storiche di una vicenda politica che l’Italia ha dimenticato fino alla fine della prima Repubblica: «Nascosta - racconta il consigliere regionale - per bassa cucina politica. Si tratta di persone prese a botte dai fascisti prima, dai comunisti poi e dimenticati dai democristiani dopo la guerra. La gente è stata usata». La pagina che racconta quanto accaduto sul confine orientale è stata spesso dimenticata, nascosta dai libri di storia, taciuta dagli insegnanti alle scuole superiori ed emersa solo negli ultimi anni. Ad esempio con la traccia storica del tema (...)