Sciatore denunciato Provoca una valanga scattano i soccorsi ma lui era già a casa

Ieri a Cortina, proprio nel giorno della gara femminile di slalom gigante, valida per la coppa del mondo, uno sciatore trevigiano ha rischiato di causare un disastro. Poco prima delle 13 ha pensato bene di prendere un canalone fuori pista sulle Tofane, sopra le piste di Ra Valles, e avventurarsi nella discesa sulla neve fresca. Dalla parete si è staccata una valanga, dal fronte di 50 metri, scesa per 400 metri a valle. Il protagonista, 46 anni, già miracolato di suo, ha provveduto ad allontanarsi senza avvisare nessuno mentre 60 uomini del soccorso alpino correvano sul posto. Lo hanno cercato per ore, convinti, dopo il ritrovamento dei suoi sci, che fosse sotto la neve. Rintracciato qualche ora più tardi è stato denunciato. Ora rischia di pagare un conto salatissimo, visto che gli 81 euro al minuto di costo dell’elicottero potrebbero essergli addebitati, assieme all’importo complessivo legato all’intervento. Episodio simile anche in val Senales dove sono stati denunciati dai carabinieri tre snowboarder olandesi che hanno provocato una valanga durante una discesa in fuori pista.