La scienza è con Braccio di Ferro Gli spinaci fanno venire i muscoli

Aveva ragione il marinaio dei cartoon. La verdura tanto odiata dai bambini potenzia la tonicità del 20%: una ricerca americana dimostra che il segreto si trova in uno steroide vegetale

Aveva ragione Braccio di Ferro quando proclamava la sua incrollabile fede negli spinaci. Ogni giorno ne divorava almeno un chilo e grazie a quella verdura, talvolta amara ma magica, i suoi muscoli si irrobustivano e si dilatavano a tal punto da stendere qualsiasi avversario. Con un solo pugno faceva fuori Bruto, il tipaccio che insidiava Olivia, la sua fidanzata, e quando si arrabbiava gli bastava una mossa per spaccare in due una tavola.

Sempre grazie alla potenza dei suoi bicipiti che diventavano imbattibili per via degli spinaci.

Oggi, a dare ragione a Braccio di Ferro è la Scienza. Un gruppo di ricercatori americani della Rutgers University nel New Jersey ha infatti riabilitato la verdura tanto cara a Braccio di Ferro le cui virtù, per la verità, negli ultimi tempi erano state notevolmente ridimensionate. È infatti provato che la presenza di vitamine e minerali in un chilo di spinaci è pari a quella rintracciabile in un bicchiere d'acqua, cioè pari a zero. E su questo sono anche d’accordo gli scienziati americani che però hanno stabilito che gli spinaci contengono una sostanza che ha lo stesso effetto degli anabolizzanti ed è quindi in grado di sviluppare la massa muscolare di chi li consuma.

Secondo lo studio, pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry e sulla rivista britannica New Scientist, il segreto sta in uno steroide vegetale abbondantemente presente negli spinaci che agisce sui muscoli fortificandoli e aumentandone le dimensioni. La nuova sostanza è stata battezzata con il nome di fitosteroide. I ricercatori l'hanno iniettata su fibre muscolari umane cresciute in provetta ed hanno constatato che nel giro di pochi giorni la potenzialità delle fibre muscolari era aumentata del 20 per cento. Inoltre il fitosteroide è stato somministrato anche ai soliti topolini, cui tocca assorbire tutto ciò che passa per la mente degli scienziati, e identici sono stati i risultati.

Gli scienziati hanno dato ragione a Braccio di Ferro anche per quanto riguarda le dosi. Per farsi i muscoli bisogna ingurgitare almeno un chilo di spinaci al giorno e possibilmente non conditi, senza olio e limone, così hanno più effetto. Per chi ci crede d'ora in poi è inutile andare a faticare in palestra sollevando pesi e sottoponendosi ad altre torture: basta andare dal fruttivendolo.

Insomma Crisler Segar, il grande disegnatore americano che nel ’28 inventò Braccio di Ferro, ci aveva visto giusto. Ma speriamo non del tutto.

Perché Braccio di Ferro oltre ad avere muscoli da far invidia a Bud Spencer, era buono d'animo ma aveva un brutto carattere, litigioso, scontroso e dal cazzotto facile. Speriamo che anche questo aspetto non sia un effetto degli spinaci.