Gli scienziati in letteratura prendono stalle per stelle

Vi diranno che siete degli spocchiosi e che l’armonia dei pianeti e dei neutrini è la stessa che si respira nei sonetti di Keats. Con prove scientifiche vi dimostreranno che gli scienziati possono riconoscere la vera letteratura. Però è notizia di questa settimana che Douglas Hofstadter - il «guru» della scienza autore di Gödel, Escher, Bach. Un’eterna ghirlanda brillante - si è stracciato le vesti leggendo in aereo il romanzo di Veltroni La scoperta dell’alba, tanto che, sceso a terra, ha voluto subito tradurlo e scriverne un’entusiasta prefazione. Insomma, più che la scoperta dell’alba, la riscoperta di un tramonto: a tener troppo il naso nel micro e nel macrocosmo si cade nel pozzo della letteratura a buon mercato.