Lo scienziato controcorrente che contesta i risultati Onu

Nelle agende di tutti i governi occidentali è entrata ormai la questione ambientale. Il global warming è considerato la vera minaccia del futuro. L’uomo il principale responsabile. Eppure molti scienziati ritengono sia esagerato parlare di emergenza. Fred Singer, americano, fisico dell’atmosfera, scienziato dell’Ipcc (Intergovernmental Panel on Climate Change), è uno di questi. Fondatore e presidente dello Science and Environmental Policy Project e professore emerito di Scienze ambientali alla University of Virginia, ha contestato i risultati dell’organismo dell’Onu. Lo abbiamo incontrato a Milano in un meeting organizzato dall’«Istituto Bruno Leoni» e dall’associazione «21mo Secolo»