Gli sciiti italiani oggi in piazza per dare sostegno a Hezbollah

da Milano

È fissata per oggi a Milano la manifestazione organizzata dall’associazione «Imam Mahdi», composta prevalentemente da italiani convertiti all’islam sciita, per protestare contro «la criminale aggressione americano-sionista» del Libano. Gli amici nostrani di Hezbollah, che scendono in piazza per la prima volta, avevano già lanciato nei giorni scorsi proclami che esaltavano le azioni dei guerriglieri islamici, cercando anche di organizzare raccolte fondi a favore del Libano. Fino alla decisione di organizzare un corteo avente per slogan le seguenti parole: «Con il Libano, il suo popolo, la sua Resistenza».
Il Giornale ha cercato di entrare in contatto con l’associazione islamica «Imam Hamdi» per intervistare un suo rappresentante. Ma questa è la risposta che ha ricevuto: «Col Nome di Dio Clemente e Misericordioso, l’Associazione islamica «Imam Mahdi» (Aj) non desidera avere contatti con giornalisti di quotidiani che prendono ordini dal governo criminale sionista».
La manifestazione dovrebbe partire da piazza San Babila per poi raggiungere piazza Missori, nel centro del capoluogo lombardo, e concludersi davanti al consolato libanese. L’associazione «Imam Mahdi» è nata nel 2004 e ha sede a Roma. Su internet si legge che ha un carattere nazionale e che conta membri in tutte le regioni italiane. Nella capitale ha aperto un centro culturale islamico molto attivo nella pubblicazione di testi sul mondo sciita.