Scilipoti al contrattacco sulla censura di Fini

Il discorso che Domenico Scilipoti ha fatto il 18 novembre in occasione del voto di fiducia al governo sta assumendo i contorni di un giallo. Almeno per lo stesso onorevole. Per ragioni di tempo infatti il leader dei Responsabili non era riuscito a portare a termine il suo intervento. Però dopo aver chiesto lumi al presidente della Camera Gianfranco Fini, aveva ricevuto rassicurazioni: il suo discorso sarebbe comunque stato depositato integralmente. Allora perché, si domanda ora Scilipoti, il documento risulta tagliato? Dagli uffici è arrivata la risposta: «Alcuni passaggi non sono riportabili». Ma l’onorevole si è arrovellato e ieri ha mandato una letterina a Fini: «Qualsiasi opera censoria che non trovi fondamento non sarà accettata».