Una scimmietta finisce nella tivù

Una fiaba per aiutare i più piccoli a vincere la solitudine e per sostenere Assegno Amico, l'associazione nata dalla Fondazione Gaslini che aiuta chi vive in condizioni di disagio economico e di marginalità sociale attraverso uno strumento trasparente come il voucher di spesa. Metafora della quotidianità di molti bambini di oggi affidati spesso alla tv e guidati dal telecomando, «Hubi rapito dalla televisione» è la storia di una scimmietta, Hubertus, che dentro al piccolo schermo ci finisce davvero. A rapirlo sono i personaggi delle fiabe. Alla fine Hubi, scopre che in fondo quello che la vita reale può offrire ha molto più fascino della tv. Il libro, scritto da Francesca Gastaldi Gallo (edizioni Red zione), che verrà donato ai bimbi ricoverati al Gaslini di Genova, all'ospedale pediatrico Buzzi di Milano e all'ospedale infantile Regina Margherita di Torino, è in edicola a 9 euro con Cd audio.
Il progetto è stato ideato dall'agenzia genovese Ta-toh srl in favore dell'associazione onlus Assegno Amico. Il ricavato delle vendite andrà infatti all'associazione, che emetterà buoni vincolati del valore di 5 euro, spendibili presso un circuito selezionato di negozi ed enti. Beneficiari saranno le famiglie bisognose dei piccoli in cura presso alcuni ospedali pediatrici italiani; famiglie che per seguire il decorso clinico dei figli devono abbandonare le proprie città e spesso si ritrovano ad affrontare uno stato temporaneo di difficoltà economica.