Scintillante in lurex o celestiale La moda per il freddo che riscalda l'eleganza e lo stile

Addio alla dittatura del nero. Tra le tinte protagoniste della stagione c'è il blu in tutte le sue sfumature: un inno all'ottimismo da abbinare al grigio, verde o anche al rosa. Ma torna alla ribalta anche la fibra metallica

Margherita Tizzi

«Il desiderio di tranquillità, la forza e l'ottimismo hanno ispirato la tavolozza di colori dell'autunno inverno 2016, una palette guidata dalla famiglia dei blu, seguita, tra gli altri, da un caldo taupe, da un lussuoso verde prato e da un color senape, tipicamente autunnale», spiega Leatrice Eiseman, executive director di Pantone Color Institute. Protagonisti i blu, dunque, calmi, stabili, sofisticati e intramontabili, anche nel mondo della moda. Soprattutto quell'Airy Blue, evoluzione del Serenity dell'estate, che ricorda l'azzurro del cielo, una costanza in quando è sempre sopra di noi. Una tonalità naturale e nobile, con una punta di ghiaccio, che evoca sensazioni di leggerezza e libertà, ideale da mattino a sera e da abbinare al grigio, al verde o a un rosa polveroso, per un approccio fresco e moderno. O almeno così si è visto in passerella, da Moncler a Michael Kors, da Vionnet, che ha proposto un raffinato tono su tono sotto un cappotto dal colore River Side (un blu che sostituisce il navy e che trattiene delle sfumature di azzurro), al vestito da sera dall'effetto lurex di Luisa Beccaria. Sì, perché quest'inverno torna alla ribalta la fibra metallica nata negli anni '40 ed esplosa a fine Settanta con lo zampino di designer provocanti e stravaganti. Addio, dunque, al periodo più cupo e nebbioso dell'anno e alla dittatura del nero. Dagli abiti dai mille bagliori agli accessori «disco party», ecco uno stile dai riflessi metallici e dai lampi d'acciaio, tradotti su diversi tessuti per un'iridescenza ancora più varia e personalizzata. Ovviamente è il momento di brillare anche di giorno, per sentirsi preziose in ogni momento. D'altronde il lamé è un semplice escamotage per rendere couture un abito minimal, ma è anche un tocco d'avanguardia da maneggiare con cura. Allora, come indossarlo? Una buona regola è quella di osare un pezzo alla volta, iniziando, magari, con tessuti in maglia o vellutati su cui sono applicati ricami floreali di fili di lurex. Di giorno, per esempio, perfetto un maglione luccicante, un paio di jeans e di tronchetti e un bel montone. Di sera, via libera al total look cangiante, da sfoggiare con uno stiletto.